Materiali usati in magia: che fine fanno?

Qualsiasi tipo di materiale usato in una ritualistica, alla fine di questa, deve essere sempre “smaltito” con molta attenzione e con tecniche particolari perchè intriso di energie positive e negative, anche se si lavora solo per il bene, che se non annullate, potrebbero danneggiare chi inconsciamente lo manipola o anche solo lo tocca.
Questi materiali devono essere “smaltiti” solo da persone esperte che sanno come renderli innocui e come eliminarli durante i tempi e le operazioni previste dalla Tradizione magica.
Infatti  durante le ritualistiche magiche, vengono usati dei materiali dove alcuni vengono bruciati (incenso, polveri, erbe, olii,….) subendone la totale distruzione, altri invece, come le candele ad esempio, che si consumano ma non vengono completamente bruciate (rimangono sempre dei residui), ed infine abbiamo una serie di elementi che alla fine delle ritualistiche rimangono in parte o in toto ancora integri (Foto, simulacro, feticcio).
Qualche sedicente operatore, ignaro dei pericoli che questi residui posso procurare a chi incautamente li manipola, o che possono danneggiare ingenue ed inesperte persone, li danno da seppellire o da gettare in corsi d’acqua agli stessi interessati che hanno ordinato l’operazione magica, esponendo queste persone a rischi esoterici veramente a volte imprevedibili ed incalcolabili.
Lo fanno, questi “falsi operatori”, per dare la “prova” che hanno lavorato veramente, come se spezzoni di candele, o residui di cera fusa, o feticci bruciacchiati fossero una prova.
Ma vi è anche qualche “cliente incosciente” che chiede di avere quanto rimasto delle ritualistiche e qualche “pazzo” SEDICENTE OPERATORE, che per non contrariare il cliente glielo da.
Attenzione dunque: se non si vuole cadere dalla padella alla brace, rinunciate e rifiutate di gestire quanto rimane di una ritualistica magica. Invece che risolvere un problema, potreste crearvene di nuovi, peggiori e molto più brutti.

Torna a Ismaell risponde

Contatta Ismaell

Riservatezza dei dati personali ed autorizzazione al loro trattamento (ai sensi del D. Lgs. 196/2003)
Gentile Signore/a,
Desideriamo informarLa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.
Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.
Ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs. n.196/2003, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

  • I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente da ISMAELL per lo svolgimento della attività professionale connessa alla richiesta fatta.
  • Il trattamento sarà effettuato a livello informatico o cartaceo secondo necessità.
  • Il conferimento dei dati è obbligatorio per il regolare svolgimento della prestazione richiesta e l’eventuale rifiuto di fornire tali dati comporta la mancata prosecuzione del rapporto.
  • I dati non saranno comunicati ad altri soggetti, né saranno oggetto di diffusione
  • Il titolare del trattamento è solamente ISMAELL nella sua sede operativa
  • In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell’art.7 del D.lgs.196/2003.
Vocabolario della Magia
Questo vocabolario della magia vuole essere strumento di aiuto per quanti avvicinandosi al mondo dell'Occulto o semplicemente per togliersi una curiosità, desiderano conoscere il significato di certe parole, delle quali molte volte si fa un uso improprio o addirittura non se ne conosce fino in fondo il vero significato.-> Leggi tutto
Ultimo aggiornamento

[lastupdated]